Home

Salute

La cassazione dice no alla libertà di cura

Ancora dispute di potere sui corpi degli esseri umani e privazioni di libertà di scelta e di cura. A contendersi il diritto di scegliere, al posto del malato (diretto interessato), sono come al solito: preti, dottori, politici e giudici.
Questa volta pare che la cassazione abbia stabilito (si attende diffusione pubblica del testo completo della sentenza) che debba essere vietata al malato la libertà di scegliere cosa fare nell'evolvere, anche quasi certamente drammatico, della sua malattia.
La sentenza vieta ai medici di effettuare interventi chirurgici in fase terminali della malattia anche se richiesti dal malato informato. I medici che operano in queste condizioni sono puniti con la reclusione.
E' inquietante che passi in sede di cassazione il principio che la persona possa essere privata della sua libertà di scelta.

Sentenza cassazione 13476
 
forum sentenza n.13476 libertà di cura

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 voti)


Commenti

scrivi commento
Ritratto di Renato
 #

Re: La cassazione dice no alla libertà di cura

Purtroppo è così. Le persone non hanno diritto all'esercizio del diritto alla libertà di scelta, tantomeno hanno libertà di scelta della cura. In genere però non si impedisce la libertà di scelta della cura, ma si impedisce a medici illuminati e ad altri professionisti della salute come psicologi e biologi di poter elargire prestazioni di cura. Così il dibattito si può estendere alle nuove forme di cura. Pensiamo alla terapia del Cancro del Prof. Di Bella o quella del Dott. Simoncini. Di fatto hanno impedito ai fondatori delle nuove forme di cura, a medici professionisti, di poter continuare ad esercitare la propria professione o applicare la propria cura in Italia. Dall'alto cercano di estinguere l'idea e l'informazione che ci sia possibilità di cura così la persona, il "malato", non saprà neanche dell'esistenza di specifiche cure! E' raccapricciante e denota come l'organizzazione democratica sia soltanto un'illusione. Ci saranno sempre persone, né più né meno intelligenti di noi, che si elvano a giudici dei propri simili condizionandone la vita, l'unico bene che abbiamo!

 
 

 

 

 

Invia nuovo commento

Your first name. N.B. Se sei una persona lascia il codice intatto.

Opzionale - se vuoi ricevere le notifiche delle risposte inserisci un indirizzo email valido e seleziona le opzioni di ricezione che trovi sotto il commento. N.B. l'indirizzo email è sempre privato e non verrà mostrato pubblicamente.

CAPTCHA
Questa domanda serve per verificare che non sei uno spam-bot. Non c'è distinzione tra maiuscole e minuscole.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.

Segnala questa pagina

Vota questa pagina

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 voti)

Ultimi commenti

Purtroppo è così. Le persone non hanno diritto all'esercizio del diritto alla libertà di scelta, tantomeno hanno libert...

Renato (ospite)
>> leggi

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-5634326145375843"
data-ad-slot="3055815640">