Home

Controllo sociale

La festa della famiglia, ovvero sulla schiavitù

 Famiglia, dal latino familia = gruppo di schiavi

famiglia

La festa della famiglia, bella, bella, ma... ops...

Premessa

Senza nulla togliere alla potenziale bellezza delle relazioni personali stabili e collaborative, e alla riproduzione come scelta autoderminata.

Riflessione

C'è qualcosa di inquietante nell'origine etimologica del termine "famiglia":

  1. "La voce famiglia procede dal latino famīlia, "gruppo di servi e schiavi patrimonio del capo della gens", anche derivato da famŭlus, "servo, schiavo". Nel campo semantico di famīlia sono inclusi anche la sposa e figli del pater familias, a cui appartenevano legalmente." Fonte: wikipedia famiglia
  2. "L'etimologia, nel De verborum significatione di Festo, si ricollega al vocabolo osco famel, designante lo schiavo: quindi dal latino famulus deriva il significato originario di familia. Gli schiavi impiegati in città svolgevano in casa le diverse incombenze dei lavori domestici (familia urbana), mentre coltivare i campi era compito della familia rustica. La famiglia, nell'accezione attuale del termine, rientrava nel senso etimologico in quanto i figli e la moglie, soggetta alla manus maritalis, erano sottoposti all'indiscutibile autorità del pater familias, come gli schiavi." Fonte: dizionario di storia

Quindi, stando all'origine del termine famiglia,  il "valore" su cui si fonda la nostra società è la schiavitù.

In effetti, molti "fenomeni" culturali/legislativi sembrano coerenti con l'origine etimologica del termine famiglia (gruppo di schiavi). Infatti, sono i "superiori" nella gerarchia (o la maggioranza) a voler disporre della vita e dei corpi degli individui. Proprio come nella famŭlus, i gerarchi/patriarchi vogliono privare l'individuo-schiavo di ogni facoltà di libera scelta. E si punisce, svilisce, colpevolizza ogni scopo di vita che non abbia il fine di sostenere la struttura schiavista, proprio vietando all'individuo di operare una scelta libera e responsabile, oltre che indirizzandola con raffinate tecniche di condizionamento.

Ad esempio, è il patriarca schiavista della famiglia che vuole arrogarsi il diritto di imporre se abortire è una possibilità che ti è concessa, il patriarca vuol decidere se il tuo corpo deve continuare a sopravvivere, magari tra insopportabili dolori, senza alcuna speranza e contro la tua volontà, vietando l'eutanasia. Oppure, più sottilmente e meno esplicitamente, è sempre il patriarca che vuol decidere che, invece, devi morire, mentre invece vuoi vivere (malasanità, burocrazia, sfruttamento sul lavoro, ecc...).

Proprio bella questa società fondata sulla famiglia (gruppi di schiavi), in apparenza evoluta ma pur sempre una società di schiavi.

A meno che...

Ulteriori approfondimenti nel forum

3
 
 


Commenti

scrivi commento
 

 

 

 

Invia nuovo commento

Your first name. N.B. Se sei una persona lascia il codice intatto.

Opzionale - se vuoi ricevere le notifiche delle risposte inserisci un indirizzo email valido e seleziona le opzioni di ricezione che trovi sotto il commento. N.B. l'indirizzo email è sempre privato e non verrà mostrato pubblicamente.

CAPTCHA
Questa domanda serve per verificare che non sei uno spam-bot. Non c'è distinzione tra maiuscole e minuscole.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.

Segnala questa pagina

Vota questa pagina

3
 
 

Più votati - ultimi voti

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-5634326145375843"
data-ad-slot="3055815640">