Home

Salute

Cosa fare per ottenere risarcimento per danni da malasanità?

la legge è uguale per tutti

Come già osservato, il malato che si trova a subire danni da malasanità non sa cosa può fare per ottenere il risarcimento del danno. Si trova solo, spesso senza testimoni, fragile e malato. Questa è la risposta alla domanda pubblicata nell'articolo "Casi trattati dai legali dell’ordine degli avvocati durante la tappa del Camper a Palazzo di Giustizia"

D. Sono rimasto coinvolto in un caso di malasanità e vorrei ottenere un risarcimento per danni morali. Ho fatto un esposto ai vigili senza successo. Che cosa posso fare ora?
R. Per tutti i casi di malasanità, è possibile avvalersi dell’Organismo di conciliazione, il servizio promosso dall’Ordine degli avvocati di Milano, presso lo Sportello del cittadino. In questa fase non è necessario rivolgersi ad un avvocato in quanto la Asl verrà contattata direttamente dall’Organismo e gli verrà chiesto di presentarsi alla Conciliazione. Nel caso la Asl decidesse di non presentarsi è consigliabile avvalersi di una consulenza legale così da accertarsi della convenienza effettiva nel procedere in un'azione giudiziaria. Lo Sportello del cittadino può comunque orientare il cliente alla scelta dell'avvocato più indicato per seguire la pratica.

Esposto ai Vigili?

Comunque carina l'iniziativa dell'Organismo di conciliazione. Sfugge il concetto di "convenienza effettiva nel procedere in un'azione giudiziaria". Si intende forse che sono necessari troppi soldi per portare avanti l'azione legale per il risarcimento del danno? la frase si può comprendere se riferita alle liti condominiali, ma per casi di malasanità sfugge proprio.

Se invece è così, quante persone rinunciano a denunciare e condurre azioni legali perchè non hanno soldi per denunciare e chiedere risarcimento del danno?

E mi domando: se per difendersi legalmente, in ogni ambito, sono necessari molti soldi, l'affermazione "la legge è uguale per tutti" è vera o falsa?

 

Forum salute e benessere -->

3.857145
 
 


Commenti

scrivi commento
Ritratto di antonella
 #

Re: Cosa fare per ottenere risarcimento per danni da malasanità?

mi sono rivolta ad un'agenzia mihanno detto che dopo ilrisarcimento danni (malasanita) si terrannoil 10 per cento ora midiconoche devono pagare i dottori e mi chiedono 4000 euros enza sapere se la cosa andrà a buon fine mia mamma ha avutoun anno fa due setticemie durante un'operazione  è gisuta la cosa? per me sonos corretti

 
Ritratto di annileu
 #

Re: Cosa fare per ottenere risarcimento per danni da malasanità?

Scusate se mi intrometto ... Se può interessare, mio fratello ha avuto un problema gravissimo presso un ospedale di Milano con una invalidità quasi totale, uno di quei casi di malasanità all'italiana ...
Si è rivolto ad uno studio legale specializzato in malasanità che, fortunatamente, è riuscito a fargli avere giustizia (anche penale). Non gli hanno chiesto nemmeno una lira di anticipo ma si sono accordati per le loro spese a risarcimento ottenuto.
Lui si è trovato molto bene e, pur con i gravissimi problemi che si porterà dietro per tutta la vita, ha avuto un risarcimento giusto.
Se hai bisogno fammi sapere. Ciao

 
Ritratto di Mari
 #

Re: Cosa fare per ottenere risarcimento per danni da malasanità?

Ciao,
è bello sentire di casi conclusi bene.
Sto preparando la documentazione per recarmi alla prima valutazione presso lo studio legale " risarcimentosalute" di viale Majno, per un danno BIOLOGICO, MORALE ED ESISTENZIALE, a seguito di intervento chirurgico.
Potresti per favore riferirmi quale è il centro presso il quale si è recato tuo fratello?
Non sarebbe male, avere una valida alternativa, qualora fosse necessario ...
Grazie
 

 
Ritratto di Nicola Todeschini
 #

Re: Cosa fare per ottenere risarcimento per danni da malasanità?

Ormai le più o meno finte recensioni positive che una volta erano in uso per la vendita di scope elettriche sono diventate una realtà anche per i servizi professionali.
È il bello è che tanti ci cascano.
Se avete bisogno di tutela giuridica rivolgetevi a chi sia veramente competente perché per farvi costruire una casa non andate dal'amministratore di condominio ma da professionisti che hanno titoli di studio specifici ed esperienza documentabile.
Ai chiacchieroni, alle proposte commerciali, date il peso che meritano.
Ora tutti, improvvisamente, sono esperti in malasanità ! E per ogni causa che affidate loro vincete anche un viaggio crociera sul Danubio !

 
Ritratto di Carmine Cerrito
 #

Cosa fare per ottenere risarcimento per danni da malasanità?

Operato per semplici emorroidi e stato vittima di una modifica all'anca destra di conseguenza gamba più corta.
Ho contattato altre associazioni tipo (Codacons) mi è stato detto per telefono che potrei essere un truffatore che è intenzionato a spillare solo i soldi e che se non risulta nelle carte io avrei mentito.Un caso così ha dichiarato a me al telefono non mi contatterà mai nessuno per andare avanti per poter fare giustizia, secondo loro me lo sarei inventato.Se si può non avrei problemi a chiamare carabinieri finanza,polizia,e quanto altro.Mi hanno detto dalla Codacons che forse sarai contatto.Io non mi accontento di un solo forse.Se ci fosse da contattare telefonicamente o di persona sarei disponibile,non mi nascondo solo tramite una e-mail ho una telefonata.Pare che abbia più diritto un extracomunitario indiano-rumeno o quant'altro che un italiano in questo paese,non voglio altro che ci sia giustizia.

 
Ritratto di Infortunistica Nova
 #

Re: Cosa fare per ottenere risarcimento per danni da malasanità?

bell'articolo su un tema, quello della malsanità e relativo risarcimento danni, molto complicato... brave!

 
Ritratto di domenico bono
 #

Re: Cosa fare per ottenere risarcimento per danni da malasanità?

mio padre il 29 luglio scorso e morto per setticemia quando accuso il primo forte dolore sotto la clavicola lo porto in ospedale dove fa tutti gli accertamenti e visite tac compresa e non gli viene riscontrato niente se non una forte artrosi alle ossa anche perche sotto il collo era fuori uscito un osso e tutto attorno era cosparso da una grossa macchia nera che a volte diventava pure rosa scuro viene dimmesso con l ultima visita dell ortopedico dicendomi di mettere ghiaccio e fare punture x dolori arrivati a casa la situazione peggiora di giorno in giorno fino a che perde le conoscenze non si regge piu all impiedi e accollassa viene il 118 e vede la gravita della situazione e lo portano di urgenza in cardiologia non essendocci posti in rianimazione il 21 entra e il 29 muore e possibile che con tutte le visite fatte non gli viene riscontrata questa malattia??poi 2 mesi prima viene sottoposto ad intervento di cataratta agli okki e 6 mesi prima fa un intervento di angioplastica dopo un infarto e possibile che sia successo qualkosa in quelle sale operatorie???visto ke la setticemia si adebbita alle sale operatorie??mi consigliate voi x favore grazie a tutti!!!

 
Ritratto di PAOLA55
 #

Re: Cosa fare per ottenere risarcimento per danni da malasanità?

INDUBBIAMENTE WWW RISARCIMENTOSALUTE.IT
DOPO LA MAXI CAUSA DA 800 000 EURO
 CHE STANNO SEGUENDO CONTRO L' OSPEDALE DI MONZA ANDATA SUL GIORNALE IN 1' PAGINA
"GIORNALE DI MONZA 23 APRILE 2013"
PAOLA

 
Ritratto di Tiziano, malasanita a Milano
 #

risarcimento per danni da malasanità a MILANO:

mi hanno assistito bene sono a Milano e in altre sedi in Italia ,ora non ricordo.
Io ho usato la sede a Milano in quanto era comodo per me.
Gente onesta, competente e soprattutto NON mi hanno fatto perdere soldi e tempo!!
il sito www. risarcimentosalute.it 
....purtroppo capita nella vita di finire in un errore medico o malasanita'
:-(

 
Ritratto di Stefania70
 #

Re: risarcimento per danni da malasanità a MILANO:

Confermo che lo staff di  Risarcimento Salute si e' ben comportato anche con me in seguito a un problema di risarcimento danno da malasanità avuto a Milano.
Professionali e cortesi.
Cordiali Saluti

 
Ritratto di Francesco Russo
 #

Re: Cosa fare per ottenere risarcimento per danni da malasanità?

Ciao a tutti, per ottenere risarcimenti per danni da malasanità consiglio Milano Malasanità Risarcimenti, specializzati in risarcimento incidente stradale infortunio malasanità errore medico e non chiedono nessun compenso anticipato!

 
Ritratto di LUIGI VICENZA
 #

Re: Cosa fare per ottenere risarcimento per danni da malasanità?

IO HO CHIESTO INFO ....SPESE MEDICO LEGALI ALTE!!

 
Ritratto di Franco
 #

Re: Cosa fare per ottenere risarcimento per danni da malasanità?

Salve,  mi rivolgo a voi per chiedervi se sia possibile (o sconsigliabile perché non otterrei nulla) fare condanna per ottenere un risarcimento (sia fisico che morale) e vi spiego perché:
Il tutto è iniziato nel lontano 1981 (e non iniziate a pensare che sia troppo tardi perché la scoperta del danno è del 2007, per cui leggete tutto). Qualche anno prima i miei genitori si accorsero che stranamente mi affaticavo spesso, per es. giocando e correndo, e così iniziarono a portarmi da medici e ospedali vari ma nessuno capiva cosa avessi, finché nel 1981 mi fecero una biopsia polmoare (allora venne fatta con un taglio sottomammario di 12 punti ancora ben visibile) e esaminato il referto la diagnosi fu di "Fibrosi Polmonare Idiopatica" e ci dissero che l'unica cura possibile (e specifico curare e non guarire) era quella di assumere del cortisone; e così iniziai la cura a dosi massiccie per i primi 2 anni e poi un po più ridotta e tuto cio per circa 25 anni finché nel 2006 ebbi una forte crisi respiratoria e dopo essere stato ricoverato per qualche giorno lo pneumologo mi disse che dai suoi esami (RX, TAC e Risonanza Magnetica) non risultava affatto che io avessi una Fibrosi Polmonare, alché io mi dissi: ma questo è impazzito se è una vita che curo questa malattia. Loro comunque vollero mandami all'Ospedale di Niguarda (Milano) per degli accertamente più approfonditi e così una volta fatti, mi dissero che probabilmente avevo una " Ipertensione Arteriosa Polmonare" ma per averne certezza assoluta mi mandarono a Bologna presso l'Ospedale Sant'orsola, ove vi è una sezione diretta dal Prof. Gallié che studia proprio e solo questa malattia, e confermaron la diagnosi di "Ipertensione Arteriosa Polmonare" nell'otobre 2007, mi eliminarono immediatamnte il cortisone  mi diedo un altro farmaco che attualmente assumo, ma purtroppo il cortisone aveva ormai fatto i suoi danni: Osteoporosi inoltrata e problemi al fegato tra i quali noduli rigenerativi. La mia domanda è: posso fare causa all'azienda (ovvero l'ospedale) che sbagliando diagnosi e cura mi ha rovinato la salute ?? Come dicevo io ho scoperto questo solo nel 2007. Spero in una vostra risposta. Francesco 

 
Ritratto di Daniela Asaro
 #

MALASANITA': MEDICI DI BASE INTOCCABILI

ASSISTENZA SANITARIA DI BASE: S.O.S.

"Segnalo il vergognoso comportamento del dott. D.T.  nei confronti dei pazienti. Tale medico di base è raramente rintracciabile, dà ai pazienti solamente un numero di telefonino, a cui spesso non risponde nessuno, neppure negli orari stabiliti. Faccio notare che per gli anziani e per chi lavora è abbastanza umiliante e faticoso essere curati da una simile persona. Guai a chiamarlo per una visita a domicilio! Piovono insulti.
L'arrogante medico, in una giornata di fine dicembre, ha ricevuto nel suo ambulatorio una quantità impressionante di persone. A chi aveva telefonato il giorno prima, aveva detto:" Scelga lei l'ora per la visita, ci sarà pochissima gente." .... . Non avendo parenti prossimi, si va dal medico di base anche con la febbre ... non c'era nemmeno una sedia dove sedersi ... e una incredibile folla continuava a entrare, entrare ... . Qualcuno ha osato dire che si poteva organizzare meglio quella giornata lavorativa in quell'ambulatorio ed il vendicativo dottore cosa ha fatto? Tramite l'A.S.L. ha inviato ai pazienti indesiderati, che avevano osato criticare ..., una lettera di ricusa. Quasi tutti hanno atteso una pseudovisita per ore ... .
Complimenti dott. D. T., lei è perfettamente in linea con i comportamenti aridi, impietosi, selettivi, disumani richiesti per poter stare a galla in questa società.  La ringraziano tutti i suoi ricusati, tra i quali c'è anche chi gratuitamente si prende cura dei senzatetto che sono in stazione, e li cura,  li cura davvero, perché la  cura più efficace non sta nei farmaci e nella figura di un medico, sta nell'umanità, nell'amore autentico che sappiamo dare al nostro prossimo. La vendetta non è prevista nei 'commi' e nei 'decreti' del volontariato autentico.  Qualche volta vorremmo vedere anche lei nei vicoli bui, nelle notti in cui piove e soffia la bora, chinarsi con grande disponibilità su un essere umano abbandonato e ammalato. Evidentemente lei preferisce passare il tempo a ricusare, la legge glielo permette ... se non erro l'articolo n. 41 del contratto di lavoro dei medici 2006-09.
Non so chi abbia avuto la perversa fantasia di pensare e scrivere un simile articolo, ma so che un medico che sia ancora in possesso delle caratteristiche e delle qualità che contraddistinguono un  vero medico, non dovrebbe mai ricorrere a simili articoli, soprattutto quando viene assalito da uno spirito ... vendicativo e da uno smisurato orgoglio. 
Accadde a Trieste, città solo apparentemente tranquilla e civile.
Accadde in Italia, Paese in cui ci sono tempi difficilissimi per la gente onesta.
I  poteri sono tanti  ... .
Noi crediamo nel potere di chi oggi, 6 gennaio 2012, si è manifestato."

Cordiali saluti.

Daniela Asaro

 

 
Ritratto di deborah
 #

Re: Cosa fare per ottenere risarcimento per danni da malasanità?

Salve,
mi rivolgo a voi dopo aver percorso diverse strade per risolvere il mio problema.
Sono una donna di 40 anni di Trieste
la mia odissea inizia a febbraio 2009, quando mi reco dal mio medico di base perchè noto un cambiamento di volume della mia pancia essendo io una
persona abbastanza magra (1.60h per 43 kg)
era una cosa evidente, anche per una persona non laureata in medicina.
Il mio medico mi disse di non preoccuparmi che era solo un po di colite con aria
mi diede una cura farmacologica a base di tranquillanti.
Dopo alcuni giorni richiamai telefonicamente il mio medico per dirgli che la cura che mi diede era molto forte infatti io non facevo altro che dormire mi cambiò cura.  
Il mese successivo ritornai da lui perchè la cura non ebbe effetto e la pancia si era gonfiata ancora mi diete la stessa diagnosi colite, fidandomi del mio medico curante, segui il suo consiglio e aggiunsi alla cura farmacologica un infuso di foglie di finocchio per espellere l’aria.
Arriviamo al mese di luglio in cui per l'ennesima volta mi reco dal mio medico in presenza di mia mamma lui mi visita riconfermando la diagnosi di colite mi fece una richiesta disse lui per scrupolo  di una  visita gastroentereologica con la dicitura: richiesta visita gastroentereologica per colite persistente, carta in mio possesso. Inoltre io feci presente al mio medico di avere problemi alle vene delle gambe e delle braccia in quanto erano molto in evidenza.
Mi recai all'ospedale per eseguire la visita gastroentereologica,  mi visitò da prima una dottoressa la quale palpandomi l’addome rimase perplessa dalla massa da lei sentita e incredula  del fatto che il mio medico di base sulla mia fisicità non  mi avesse dopo diverse visite fatto eseguire degli esami più approfonditi, volle il consulto di un’altra dottoressa, il fatto mi mise non poco in ansia, mi chiesero se avevo eseguito dei test di gravidanza perché la massa che loro sentivano era  equivalente ad un feto di circa 5 mesi di gestazione ovviamente io avevo già eseguito il test ero sicura di non essere  gravida, mi fecero la richiesta urgente di un'ecografia addominale completa .
Dall'ecografia risultò una ciste di 19 cm mi recai immediatamente dal mio medico
di base dove trovai la sua sostituta che per fortuna si mise in contatto telefonico con un primario della ginecologia di Trieste il quale ovviamente in agosto era in ferie e passò il compito al suo vice.
Mi ricevette il giorno dopo con urgenza dopo la vista e avendo analizzato l'ecografia, mi disse che pensava di eseguire l'operazione in laparoscopia che è un intervento meno invasivo, ma siccome la massa era molto grande non era possibile eseguirla perchè dovevano asportare intatta la ciste in quanto potevo rischiare la vita, quindi, l'operazione sarebbe stata eseguita in  laporotomia con isterctomia totale riservandosi la facoltà di asportare eventualmente altri organi.
Il 6 di agosto 2009 sono stata operata mi hanno fatto una Laparotomia: isterectomia totale con annessiectomia destra ed appendicetomia.
La diagnosi era tumefazione addomino-pelvica d'origine annessiale.
Mi chiedo se il medico a cui io avevo affidato la mia salute e deposto la mia fiducia si fosse  dimostrato più scrupoloso  e meno prevenuto (tempo addietro io soffrivo di attacchi di panico la sua cura per la colite era stata impostata su stati ansiosi visto i farmaci da lui  prescritti) non avesse  fatto da subito una diagnosi sbagliata , ma si sarebbe preoccupato di  farmi eseguire più esami approfonditi , mi sarei risparmiata tutte queste sofferenze? Non solo fisiche ma anche psicologiche?
Tengo a sottolineare che . il mio medico di base è anche un noto medico legale di Trieste e nessuno vuole prendersi la briga di andargli contro, ma la sofferenza che mi ha procurato questo intervento molto invasivo che mi ha costretta a letto con 36 graffette sul mio addome per non avere nemmeno le scuse del suddetto dottore chi mi restituisce la possibilità di avere di nuovo la fiducia nei medici? visto che è stata proprio la mia totale fiducia in quel dottore ad avermi portato a non poter più provare la gioia di sentirmi donna e mamma

Ringrazio anticipatamente
Distinti saluti
Matticchio Deborah
340-8695320

 
Ritratto di GIANNI
 #

Re: Cosa fare per ottenere risarcimento per danni da malasanità?

SALVE,MIA FIGLIA E' STATA SOTTOPOSTA AD UN INTERVENTO PER LA RISOLUZIONE DEI PIEDI PIATTI E DOPO ESSERCI ACCERTATI,TRAMITE ALTRE VISITE SPECIALISTICHE CERTIFICATE,CHE GLI INTERVENTI NON HANNO DATO I RISULTATI PREVISTI. PRATICAMENTE DOBBIAMO RIFARE DI NUOVO GLI INTERVENTI E CAPITE BENISSIMO CHE TRAUMA STA SUBENDO MIA FIGLIA CHE A 10 ANNI DEVE SUBIRE ALTRI 2 INTERVENTI. COSA MI CONSIGLIATE?

 
Ritratto di anonima/o
 #

Risarcimento malasanità

Ciao a tutti mi chiamo Gabriel e la Società per cui lavoro offre un servizio particolare per le persone che hanno subito un danno per malasanità cercando di fare di tutto per individuarne la responsabilità. Una volta studiato il caso in modo del tutto gratuito, tramite l’accurata analisi delle cartelle cliniche dell'ospedale e di tutti i dati in Vostro possesso, mettiamo a disposizione uno staff completo di medici legali e avvocati specializzati con i seguenti vantaggi: 1. anticipo di tutte le spese delle perizie mediche; 2. anticipo di tutte le spese per la citazione della struttura; 3. anticipo di tutte le spese legali; 4. effettuazione dell'esatta quantificazione del danno; 5. se la causa si risolve in modo positivo alla Società va successivamente riconosciuta una percentuale della somma liquidata alla persona danneggiata, in caso di perdita della causa la Società si accolla tutte le eventuali spese giudiziarie e nulla gli è dovuto per le spese sostenute. Questo servizio può essere utile a tutte quelle persone che hanno subito un danno per malasanità e che per ragioni di costi o di semplice incertezza nella scelta del personale specializzato non hanno preso provvedimenti. Riuscire a trovare qualcuno che Vi aiuti dal punto di vista professionale, economico e anche umano a fare giustizia e affrontare una causa, Vi può essere di grande aiuto. Ricordatevi se avete il dubbio che qualcosa sia andato storto è sempre meglio rivolgersi a persone competenti per avere un parere reale ed altamente professionale senza alcun impegno. Se avete bisogno di altre informazioni non esitate a contattarmi. Un caro saluto Gabriel Mail: *******@hotmail.it

 
Ritratto di marina
 #

Re: Risarcimento malasanità

Chiedo scusa, una informazione. Inizio ad avere dei dubbi sulla società a cui mi sono rivolta. Ho iniziato la procedura a settembre dell'anno scorso, ad oggi ho solo fatto la visita legale di parte (dicembre2015) e hanno inviato una lettera all'assicurazione della clinica. Ogni volta che chiamo per avere novità mi dicono di pazientare che passerà almeno un altro anno. La domanda è la seguente:  Come è possibile richiedere dei danni senza citare una idea di cifra? Il medico legale ha accertato il 23 - 5 punti = 18 di danno biologico. Nessuno mi ha informata a quanto corrisponde la richiesta. Gentilmente se potete informarmi almeno per stare tranquilla nel caso sia normale o meno.
Grazie infinite Marina

 
Ritratto di armando
 #

Re: Risarcimento malasanità

Vorrei informazioni più dettagliate riguardo il vostro operato. Grazie

 
Ritratto di anonima/o
 #

Gli onorari a fine causa che

Gli onorari a fine causa che mi liquida il Giudice in danno delle assicurazioni!! Ciao

 
Ritratto di manuela
 #

scusa non si capisce. Puoi

scusa non si capisce. Puoi spiegare senza per forza doverti telefonare al cellulare?
ad esempio mettiamo che uno ha un problema di malasanità, viene da voi, voi iniziate la causa dopo aver valutato il tutto, a questo punto:
- la causa viene persa, e voi avete lavorato gratis
- la causa viene vinta, vengono riconosciuti ad esempio 20.000,00 euro, e io incasso tutti i 20.000,00 senza da questi depennare alcun costo? inoltre, io so che il giudice può disporre la compensazione tra le parti, o con vittoria di spese alla parte che vince la causa. Se il giudice dispone la compensazione delle spese, come funziona?

 
Ritratto di Alessandro Milo
 #

Malasanità

Buongiorno a tutti sono il Presidente di un'associazione che tutela, gratuitamente, i pazienti vittime della malasanità . CHIAMTEMI vi aiuteremo a risolvere i Vs. problemi. Alessandro Milo 333/8691671

 
Ritratto di manuela
 #

parli di quell'associazione

parli di quell'associazione di Napoli? perchè se è quella, so che offre "consulenza legale e informazioni". Cioè una chiaccherata

 
Ritratto di Alessandro Milo
 #

malsanità

Ciao, la mia è un'associazione che offre consulenza ed attività legale, e non, totalmente gratuita. Le persone mi contattano e io le ricevo presso la sede dell'associazione e se volgiono intraprendere un percorso giudiziario io e il mio staff valutiamo le cartelle cliniche, e se ci sono i presupposti, iniziamo e portiamo a termine la causa senza alcun esborso a carico del cliente. In più lo staff dell'assciaizone è compostp anche da psicologi e volontari che pongono in essere un percorso di aiuto-ascolto per le vittime della malasanità. Ciao Alessandro Milo 333/8691671

 
Ritratto di manuela
 #

e tu?

e tu cosa ci guadagni?

 
Ritratto di Nicola Todeschini
 #

Re: e tu?

Ah figuriamoci, lui, loro, non guadagnano nulla perché la loro associazione sui generis vuole solo corredare la propria coscienza di buone azioni. Ma per cortesia!!

 
 

 

 

 

Invia nuovo commento

Your first name. N.B. Se sei una persona lascia il codice intatto.

Opzionale - se vuoi ricevere le notifiche delle risposte inserisci un indirizzo email valido e seleziona le opzioni di ricezione che trovi sotto il commento. N.B. l'indirizzo email è sempre privato e non verrà mostrato pubblicamente.

CAPTCHA
Questa domanda serve per verificare che non sei uno spam-bot. Non c'è distinzione tra maiuscole e minuscole.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.

Segnala questa pagina

Vota questa pagina

3.857145
 
 

Ultimi commenti

Chiedo scusa, una informazione. Inizio ad avere dei dubbi sulla società a cui mi sono rivolta. Ho iniziato la procedura a settembre dell'...

marina (ospite)
>> leggi
mi sono rivolta ad un'agenzia mihanno detto che dopo ilrisarcimento danni (malasanita) si terrannoil 10 per cento ora midiconoche devono pagare i...

antonella (ospite)
>> leggi
Vorrei informazioni più dettagliate riguardo il vostro operato. Grazie

armando (ospite)
>> leggi
Ciao, è bello sentire di casi conclusi bene. Sto preparando la documentazione per recarmi alla prima valutazione presso lo studio legale...

Mari (ospite)
>> leggi

Più votati - ultimi voti

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-5634326145375843"
data-ad-slot="3055815640">