Home

Film

Film Agorà, Ipazia, una studiosa contro la violenza delle religioni

La scienziata Ipazia pagò con la vita la sua indipendenza dalle pressioni dei poteri religiosi dell'epoca e dalle invidie di chi voleva relegare le donne a ruoli di inferiorità

Agorà film, Ipazia

Ti guardi intorno e vedi un mondo pervaso di violenza, ingiustizie, vessazioni, prepotenze e imposizioni, spesso alimentate dalle religioni. Guardi ancora, e vedi che in molti luoghi del mondo, ma non in Italia, nei prossimi giorni e mesi, uscirà il film Agorà.Ti chiedi perchè il film non uscirà in Italia e scopri che Agorà è un film colossal che racconta le vicende di Ipazia, una donna filosofa, astronoma, matematica, nata ad Alessandria d'Egitto nel IV secolo dopo Cristo.

Perchè il film Agorà, malgrado le critiche positive ricevute in occasione della presentazione al Festival di Cannes, non verrà proiettato nelle sale cinematografiche italiane? tra i meriti di Ipazia ci fu il tentativo di fermare la "religiosa carneficina" dell'epoca, tra fazioni di diverse religioni, ma venne brutalmente uccisa dai cristiani  comandati dal capo  della Chiesa locale il vescovo Cirillo, poi fatto santo)

La scienziata Ipazia pagò con la vita la sua indipendenza dalle pressioni dei poteri religiosi dell'epoca e dalle invidie di chi voleva relegare le donne a ruoli di inferiorità. Le opere di Ipazia furono distrutte e la storia  di Ipazia fu magistralmente sbiadita. E'  una vicenda in cui entrano prepotentemente le religioni che, purtroppo, invece di portare pace, amore, bontà e rispetto, hanno portato e portano ancora oggi odio, violenza e morte.
 

Il regista del film Agorà è lo spagnolo Alejandro Amenábar, apprezzato per i suoi film "The others" e "Mare dentro". La filosofa Ipazia è interpretata dall'attrice Rachel Weisz, già premio oscar per il film "The constant gardener". E' davvero strano che al momento nessuno distribuisca il film colossal Agora' in Italia.

Intanto è partita una petizione per vedere il film Agorà in Italia.

Sotto il trailer del film Agora, qui il sito ufficiale. In basso altre informazioni e link su Ipazia di Alessandria, una scienziata dimenticata.

 

 

Uscite del film Agorà:

  • 9 ottobre 2009 Agorà esce in Spagna
  • 26 novembre 2009 Agorà esce in Israele
  • 18 dicembre 2009 Agorà esce in USA
  • Gennaio 2010 Agorà esce in Francia

Per approfondimenti:

Ipazia (Alessandria d’Egitto 370 ca. - 415 d.C.), filosofa e scienziata greca. Figlia del filosofo e matematico Teone, fu seguace di Platone e celebre insegnante. Scrisse commentari su argomenti di matematica e di astronomia e opere di filosofia andati perduti. Maestra di Sinesio di Cirene, fece una tragica fine: fu infatti linciata dai cristiani e bruciata. [encarta]

Secondo il resoconto di Socrate Scolastico (uno scrittore cristiano), nel 414 ci furono delle violenze contro i cristiani ad opera di ebrei, alle quali il Cirillo (vescovo) reagì cacciando gli ebrei da Alessandria e trasformando in chiese le sinagoghe:[1] entrò inoltre in conflitto con il praefectus augustalis (prefetto della città), Oreste. Questi era stato assalito da alcuni monaci e ferito dal tiro di una pietra e il colpevole venne messo a morte, ma Cirillo gli tributò solenni onori funebri, attribuendogli il titolo di martire.

Sempre secondo Socrate Scolastico nel marzo del 415 un gruppo di cristiani fanatici, guidati dal lettore Pietro, sorprese Ipazia (filosofa neo-platonica, matematica e astronoma pagana) mentre ritornava a casa, la tirò giù dalla lettiga, la trascinò nella chiesa costruita sul Cesareion e la uccise brutalmente, scorticandola fino alle ossa (secondo alcune fonti utilizzando ostrakois - letteralmente "gusci di ostriche", ma il termine era usato anche per indicare tegole o cocci), e trascinando i resti in un luogo detto Cinarion, dove furono bruciati.

Cirillo (vescovo) ordinò che fossero distrutte tutte le sue opere, i tredici volumi di commento all'aritmetica di Diofanto, gli otto volumi delle Coniche di Apollonio, trattato sulle orbite dei pianeti, il trattato su Euclide e Claudio Tolomeo, il Corpus astronomicum, i testi di meccanica, gli strumenti scientifici da lei inventati. [wikipedia]

 

Aggiornamento:

Agorà esce in Italia con molti mesi di ritardo il 23 aprile 2009

guarda le strane differenze del trailer italiano di Agorà, qui, in uscita il 23 aprile 2010

Il vescovo San Cirillo condanna la filosofa Ipazia che aveva rifiutato la conversione obbligatoria al cristianesimo e si ostinava a conservare la sua libertà intellettuale. Ipazia insegnava nelle strade filosofia, matematica e astronomia. San Cirillo con Ipazia condanna tutte le donne che devono stare in silenzio sottomesse all'uomo.

 

Dopo la condanna di San Cirillo i monaci cristiani "parabolani" sequestrano e uccidono Ipazia:

 


Il film Agorà uscirà in Italia il 23 aprile 2010 con molti mesi di ritardo e successivamente a moti di protesta e petizioni diffusi in internet il

5
 
 


Commenti

scrivi commento
Ritratto di 62peppe
 #

Re: Film Agorà, Ipazia, una studiosa contro la violenza ...

Affermare che l'intolleranza sia una caratteristica delle religioni è falso e poco costruttivo.
I regimi più sanguinari della storia del mondo sono o sono stati dichiaratamente atei (es. unione sovietica, cambogia, corea del nord, cina) o anticristiani (es. germania nazista).
L'intolleranza è una conseguenza dell'eccesso di orgoglio che può contagiare tutti.

 
Ritratto di papuia
 #

Re: Film Agorà, Ipazia, una studiosa contro la violenza ...

questo non assolutamente vero e quello che ha detto lei che è poco costruttivo ed errato
 

 
Ritratto di Lunaria
 #

Re: Film Agorà, Ipazia, una studiosa contro la violenza ...

La bibbia gronda sangue. Il sangue di milioni di donne. Uccise dalla follia fallocentrica di equiparare "un ente creatore" a "dio padre" ergo al dio fallo.
Sotto il paganesimo, con le figure delle Dee, la condizione della donna era migliore.
Ma Ipazia non è morta invano. E le Dee non sono affatto morte, malgrado i fallocentrici abbiano distrutto i templi e le statue.
Molte Donne, oggi, riportano il messaggio di Ipazia, e delle Dee. E nessuno può fermarci. Io non smetterò mai di parlare di ribellarmi contro il sudiciume del cristianesimo fallocentrico.

 
Ritratto di DP DonnaPratica
 #

Re: Film Agorà, Ipazia, una studiosa contro la violenza ...

Nello scritto non si sostiene che l'intolleranza, la violenza e la malvagità siano mozioni esclusive delle religioni, anzi, come hai accennato, non lo sono, purtroppo. Ma quello che impressiona delle religioni è il contrasto tra le parole predicate e le azioni praticate. Per cui, affermare che l'intolleranza sia una caratteristica delle religioni è pura verità, chiunque può verificare l'informazione. E lo può fare non solo osservando il passato, ma soprattutto osservando il presente, e farlo è molto costruttivo (ovviamente dipende da quello che vorresti costruire). Infatti, solo la consapevolezza può interrompere le opere orrende di menti malvagie con il cuore spento che, per soddisfare i loro scopi malvagi, usano le religioni per violentare la spiritualità degli individui.

 
Ritratto di Claudio Costa
 #

recensione

film semplicemente stupendo!
cito Ipazia:

"io ..(in quanto scienziata) DEVO dubitare"

e questo è un film che si DEVE vedere, perchè è fatto bene, ha un buon ritmo, è un film storico ...ma è ancora drammaticamente attuale, dopo la strage nella chiesa di Alessandria sempre ad opera del fanatismo religioso.
Appoggio la proposta (tutta italiana) di far coincidere l'assassinio di Ipazia con la data dell'8 Marzo

 
Ritratto di vnd1
 #

Certo, visto che la storia

Certo, visto che la storia delle operaie rinchiuse nella fabbrica incendiata è una frottola, sostituiamo una frottola con un altra frottola...
Mettiamo in giro la voce che ipazia sia morta l'8 marzo?

 
Ritratto di aspides
 #

no ad ogni fandonia religiosa

Il precedente commento vi è giunto?
Se non vi è giunto poco importa l'ultima ora per le nefandezze religiose è scoccata
Nulla fermerà la Ragione umana nell'affossare il maleficio che tutte le religioni esercitano sull'uomo e sulla sua libertà.

FESTA DEL SOLSTIZIO

2010

A S P I D E

 
Ritratto di Ariaora
 #

Cosa è la festa del

Cosa è la festa del solstizio?

 
Ritratto di vnd1
 #

Chi non riesce a credere in

Chi non riesce a credere in se stesso finisce col credere a tutto.

 
Ritratto di aspides
 #

Quali gli intressi veri?

In democrazia si dice che ogni opinione abbia di per sè diritto d'espressione, ma le infamità nò!
La storia, la paleontologia, la sociologia, la ragione stessa, inconfutabilmente! l'immenso sangue innocente sparso nel corso dei secoli quale offerta sacrificale alle religioni giudaico cristiane ed altre espressioni similari o derivati vari, insulse favole senza senso, se non quello di arricchire pochi malfattori genocidi non dovrebbero avere più alcun diritto, semplicemente perchè risulta essere controsenso inconciliabile e anti umano permettere che si divulghino ancora oggi atroci menzogne mortifere spacciandole per verità trascendenti e rivelate.
Per parafrasare un concetto fratello "La religione dal teschio umano" giudaismo, cristianesimo, islamismo, induismo ecc. ecc. devono essere condannate con assoluto rigore, in quanto cancro parassita ed assassino della civile convivenza umana, nel nome della libertà, della fratenità, e dell'eguaglianza tra tutti i popoli della terra.
Aspide. Solstizio d'inverno 2010

 
Ritratto di vnd1
 #

Che c'entra l'induismo?

Posso comprendere che vi sia un legame tra ebraismo, cristianesimo e islamismo...
Ma che c'entra l'induismo?
Di che parlaim?

 
Ritratto di anonima/o
 #

scusate ma poi è riuscito ad

scusate ma poi è riuscito ad uscire il film??

 
Ritratto di Ariaora
 #

Trailer italiano Agorà

sì, Agorà è uscito anche in Italia, vedi qui:

trailer italiano film Agorà (Ipazia)

, diverso da quello inglese e spagnolo

 
Ritratto di dejudicibus
 #

Tempo fa scrissi questo

Tempo fa scrissi questo l'articolo «Il Santo Assassino». Ovviamente non ebbe molta risonanza sui media... è un argomento che i quotidiani italiani hanno paura di trattare.

 
Ritratto di vnd1
 #

Retorica femminista sessantottina

Ho letto.
Retorica femminista.
Riferimenti antistorici.

 
Ritratto di marco
 #

ho letto, dubito e ho una mia opinione

Ho letto.
E' una sua storia e un suo racconto. Nel ricordo della storia di una studiosa realmente vissuta e realmente uccisa come raccontano i documenti storici.
Leggo e quindi sono libero.
 

 
Ritratto di anonimo
 #

Mi sembra tutta una idiozia.

Mi sembra tutta una idiozia. Sia l'articolo sia i post (abbadtanza stupidi). Come al solito a nessuno interesserà la verità storica (che è diversa dai solito slogan). Addirittura ci sarebbe una congiura per evitare la distribuzione di un film?? Una emerita stronzata. E' solo l'ennesimo motivo per creare polemica..e se rileggo Maximus mi viene da ridere: "il dramma ..dopo 16 secoli..scuote gli animi.." Ma dove?? Ma quando??? Ma piantala, non sapevi nemmeno dell'esistenza di IPazia!!!! Ma occupatevi di veline...vi viene più naturale!! L'ultimo post è delirio allo stato puro..il poveretto è stato tirato su a Odifreddi e Dan Brown..L'unico risultato che sortirà il film sarà quello di far credere ad una massa di cretini di essere colti storici..
che bojata.

 
Ritratto di DP DonnaPratica
 #

@anonimo, Perché sei così

@anonimo, Perché sei così offensivo? quale sarebbe l'idiozia? e qual è la verità storica a cui ti riferisci?

 
Ritratto di vnd
 #

Semplicemente, non esiste una

Semplicemente, non esiste una verità storica, quindi ognuno può ricamarci come gli pare.
E le supposizioni femministe, vendute per verità assoluta, restano ciò che, in realtà sono: semplici supposizioni.
Tali sono, appunto, le arrampicate sui vetri cattoliche, ma anche quelle stupidamente anticlericali.
Ma tra tutte, le più ridicole, sono proprio quelle femministe.
Le vostre.

 
Ritratto di paolo1984
 #

Comunque per fortuna l'uscita

Comunque per fortuna l'uscita del film in Italia è prevista per il 23 aprile, distribuito da Mikado

 
Ritratto di wimaro barbatos
 #

nessuna religione è

nessuna religione è compatibile con le libertà della democrazia,il film arriva in ritardo in Italia perchè una parte politica ne voleva i diritti di distribuzione

 
Ritratto di maximus
 #

Sono passati 16 secoli e il

Sono passati 16 secoli e il dramma di Ipazia scuote ancore gli animi. Martire nel significato letterale della parola, testimone di quanto il monoteismo generi mostri incapaci di vivere in un contesto civile e di pari dignità.

 
Ritratto di anonimo
 #

i martiri non dovrebbero

i martiri non dovrebbero essere strumentalizzati per dire che una religione è meglio di un'altra. la religione cristiana ne ha tanti di martiri ma ne ha fatti anche tanti e così per tutte le religioni1

 
Ritratto di anonimo
 #

E questo sarebbe un paese

E questo sarebbe un paese libero?
Dopo secoli di oppressione religiosa, di schiavitù religiosa, di inumani genocidi, di roghi e torture, ancora oggi potere politico e potere religioso si coalizzano contro il popolo e lo obbligano all'ignoranza!
Per quanto ancora?

 
Ritratto di vnd
 #

Cultura?

Miseria!
Ma si stava parlando di un filmetto!!!!

 
Ritratto di anonima/o
 #

in italia sarà sempre così,ma

in italia sarà sempre così,ma ancor di più perchè c'è l'oppressione di questo stato vaticano che ci toglie ogni libertà

 
 

 

 

 

Invia nuovo commento

Your first name. N.B. Se sei una persona lascia il codice intatto.

Opzionale - se vuoi ricevere le notifiche delle risposte inserisci un indirizzo email valido e seleziona le opzioni di ricezione che trovi sotto il commento. N.B. l'indirizzo email è sempre privato e non verrà mostrato pubblicamente.

CAPTCHA
Questa domanda serve per verificare che non sei uno spam-bot. Non c'è distinzione tra maiuscole e minuscole.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.

Segnala questa pagina

Vota questa pagina

5
 
 

Ultimi commenti

questo non assolutamente vero e quello che ha detto lei che è poco costruttivo ed errato  

papuia (ospite)
>> leggi
La bibbia gronda sangue. Il sangue di milioni di donne. Uccise dalla follia fallocentrica di equiparare "un ente creatore" a "dio...

Lunaria (ospite)
>> leggi
Nello scritto non si sostiene che l'intolleranza, la violenza e la malvagità siano mozioni esclusive delle religioni, anzi, come hai...

DP
>> leggi
Affermare che l'intolleranza sia una caratteristica delle religioni è falso e poco costruttivo. I regimi più sanguinari della...

62peppe
>> leggi

Più votati - ultimi voti

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-5634326145375843"
data-ad-slot="3055815640">