Home

economia

Schiavi moderni, lavoratori dipendenti e autonomi

Le politiche di destra e sinistra sono complementari, continuative e a vantaggio di grandi entità economiche?

pedoni

Trovare lavoro dipendente oggi è difficile. Trovare lavoro a tempo indeterminato è un'utopia. Se sei fortunato, chinando la testa a tutto, puoi lavorare a progetto, a prestazione occasionale, a noleggio con le agenzie interinali. Guadagnare dignitosamente poi è un'utopia ulteriore per i più.

Se pensi poi di affrancarti avviando un'attività autonoma rischi ugualmente di veder crollare presto l'illusione utopica di uscire dal limbo della disoccupazione. Nella realtà rischi di cadere in un gorgo di burocrazia e tartassamenti, rischi anche di dover pagare imposte su redditi non esistenti. Gli studi di settore ostacolano l'avvio d'impresa, sono incomprensibili, è ignoto come si possano dimostrare redditi inferiori a quelli presunti dagli studi di settore. Quando si nega la possibilità di difesa del cittadino, quando si presuppone una colpevolezza sulla base di misteriose elaborazioni statistiche (ge.ri.co), non è il caso di pensare che ci si trovi in presenza di una sorta di "terrorismo"?

E cosa pensare quando imprese di predeterminate dimensioni sono esonerate da qualsiasi tipo di presunzione reddituale?

Come minimo ti domandi: la legge non è uguale per tutti?

E così che si diventa schiavi, terrorizzati da leggi inique e incostituzionali? che tu sia dipendente o autonomo non importa, devi rimanere a testa china.

Questo è il fulcro della crisi economica. Da qui bisognerebbe ripartire. Gli schieramenti sociali non sono più quelli di 40 50 60 anni fa.

Le leggi fiscali hanno favorito i grandi gruppi economici a danno dei lavoratori e delle piccole imprese che entrambi erano, e sono, la spina dorsale del paese Italia.

La cosa che mi stupisce di più è il riscontro che tra gli autori di leggi a favore dei grandi gruppi c 'è la sinistra.

I contratti co.co.co non sono stati inventati dalla sinistra? gli studi di settore (a cui sono soggette solo le imprese con ricavi inferiori ad una cifra predeterminata) non sono stati inventati dalla sinistra?

Perchè la sinistra quando governa studia leggi per colpire i "piccoli" a vantaggio dei "grandi"?

 

Oggetto Legge Governo e Ministri
Abolizione della scala mobile per l'adeguamento delle retribuzioni dei lavoratori dipendenti, d'accordo con le parti sociali 31 luglio 1992 Governo: Giuliano Amato
Minimum tax, Redditi minimi solo per soggetti con ricavi e compensi inferiori a 360 o 1000 milioni di lire (equivalenti a 185.000 / 516.000 euro di fatturato) L. 438 del 14 novembre 1992

Governo: Giuliano Amato

 

Studi di settore, applicati solo alle imprese che hanno ricavi inferiori a tot.milioni di euro (5-6-7 variabile di anno in anno) hanno alzato un po' il tiro sulle medie imprese art. 62-bis del D.L. 30 agosto 1993, n. 331, convertito dalla legge 29 ottobre 1993 n. 427.

Governo: Carlo Azeglio Ciampi

Ministro: Vincenzo Visco e Gallo

Co.co.co - contratto di collaborazione coordinata e continuativa

L.196 1997

Governo: Romano Prodi

Ministro: Treu

Contratto a progetto (sostituisce co.co.co)  D. Lgs. n. 276 2003 (c.d. Legge Biagi) Governo: Silvio Berlusconi
Agevolazioni per grandi gruppi immobiliari: Legge Finanziaria per il 2007 ha previsto l’introduzione in Italia delle Società di investimento immobiliare quotate (cd. Siiq)

Tra le altre novità in sintesi si segnalano le seguenti:

- Il reddito d’impresa derivante dall’attività di locazione immobiliare è esente dall’imposta sul reddito delle società e dall’Irap - la parte di utile civilistico a esso corrispondente è assoggettata a imposizione in capo ai partecipanti
- le plusvalenze possono essere assoggettate a imposta sostitutiva del 20% oppure ad un regime di tassazione frazionato per quinqenni

L’art. 1, ai commi da 119 a 141, della Legge n. 296 del 27 dicembre 2006 (Legge Finanziaria per il 2007)  Governo: Romano Prodi

Penalizzazioni per piccoli gruppi immobiliari e per piccole imprese che acquistano immobili:

Il governo Prodi introduce l'obbligo di dimostrare ricavi non percepiti "oggettivamente" di fatto impedisce la libera attività d'impresa dei "piccoli". Alle società "piccole" sono imposti ricavi minimini ai fini del possesso di immobili, sono esonerate dall'obbligo le società con oltre 100 soci o 10 dipendenti. Il Governo Berlusconi ha poi ampliato la gamma di esclusione dell'obbligo portandola a 50 soci e introducendo l'esonero tramite il ricavo puntuale degli studi di settore. In sintesi si è andati a lavorare di stiletto per ostacolare le piccole imprese societarie e piccoli detentori di immobili? sembra di sì

Normativa giudicata da molti esperti incostituzionale

Operazione fiscale evidentemente collegata alla riga sopra...

 Società non operative (Finanziaria per il 2007). La norma ha origine nel 1994 (Governo Berlusconi: legge 23 dicembre 1994, n. 724), già molto criticata per incostituzionalità, ma il governo Prodi la inasprisce ad hoc. Governo: Romano Prodi

Liberalizzazione del solo "piccolo commercio", ma controllo locale sulla GDO (grande distribuzione organizzata) soprattutto alimentare che non è in regime di libera concorrenza, bensì di oligopolio controllato (molto dannoso per la concorrenza e i consumatori)

In pratica il decreto "liberalizza" esclusivamente alcune categorie di esercizi di minore superficie di vendita, i piani di commercio non possano impedire l'apertura dei piccoli esercizi denominati "Esercizi di Vicinato"...ovvero quelli che fanno da servizio sociale, un mercato marginale e che non è concorrenza per la GDO

Dl 114 31 marzo 1998 Liberalizzazione del "piccolo" commercio

 

Governo: Prodi

Ministro: Pierluigi Bersani, più volte ministro di governi di sinistra porta avanti le liberalizzazioni parziali

 Liberalizzazione della vendita di farmaci nei supermercati per la GDO (grande distribuzione organizzata) Decreto Bersani 2007 Da anni si liberalizza tutto (bene!), tranne alcune caste ben  protette

Governo: Prodi

Ministro: Pierluigi Bersani,

 

5
 
 


Commenti

scrivi commento
Ritratto di vnd
 #

Re: Schiavi moderni, lavoratori dipendenti e autonomi

Tutto conduce a crederlo.
Buon articolo.
 
 

 
Ritratto di alfredo
 #

Re: Schiavi moderni, lavoratori dipendenti e autonomi

AGUZZINI

 
 

 

 

 

Invia nuovo commento

Your first name. N.B. Se sei una persona lascia il codice intatto.

Opzionale - se vuoi ricevere le notifiche delle risposte inserisci un indirizzo email valido e seleziona le opzioni di ricezione che trovi sotto il commento. N.B. l'indirizzo email è sempre privato e non verrà mostrato pubblicamente.

CAPTCHA
Questa domanda serve per verificare che non sei uno spam-bot. Non c'è distinzione tra maiuscole e minuscole.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.

Segnala questa pagina

Vota questa pagina

5
 
 

Ultimi commenti

Tutto conduce a crederlo. Buon articolo.    

vnd (ospite)
>> leggi
AGUZZINI

alfredo (ospite)
>> leggi

Più votati - ultimi voti

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-5634326145375843"
data-ad-slot="3055815640">