Home

Anoressia e bulimia: allarme preoccupante

Riflessioni sulle influenze socio-culturali, canoni estetici "surreali" ed eccessiva rilevanza sociale dell'aspetto estetico, sull'anoressia.

anoressia e bulimia

L'anoressia nervosa, associata alla bulimia, risulta la prima causa di morte tra le giovani di età compresa tra i 12 e i 25 anni. L'allarme socio-sanitario su anoressia e bulimia viene lanciato dal convegno sui disturbi alimentari

 

tenutosi ieri al Policlinico Umberto I di Roma. Roberto Ostuzzi, presidente della Sisdca (Società italiana per lo studio dei disturbi del comportamento alimentare), ha spiegato: «I disturbi del comportamento alimentare sono patologie gravi, invalidanti e con elevato indice di mortalità.

La notizia rimbalza, come è giusto, su giornali e in internet, ma leggendo non ho trovato citazioni di riflessioni sui motivi socio-culturali che possono condurre bambine di 12 anni a rifiutare il cibo.

Al convegno sono state messe sotto accusa le madri ossessionate dalle diete, Giovanni Spera dice: «Vedere una mamma sempre a dieta, o che si lamenta del peso e non riesce a dimagrire, influisce sul modo delle bambine di pensare al proprio corpo».

Non viene da porsi una semplice domanda? da dove nasce l'ossessione delle donne per le diete?

L'allarme esiste, si percepisce nell'aria, e credo abbia radici complesse, non mi limiterei a colpevolizzare banalmente le madri. Le donne, giovani e non, sono sottoposte a pressioni continue riguardo il loro aspetto estetico. I modelli di donna a cui le bambine e le adolescenti sono costrette a fare riferimento, durante tutta la loro crescita, sono del tipo... veline, letterine, ecc. In tv le donne sono sempre più spesso finte, rifatte dalla chirurgia estetica, non si vedono rughe, non si vedono donne "imperfette". Le "donne-oggetto" impazzano con facile successo (economico e sociale) su riviste e tv, unite al fotoritocco e alla chirurgia estetica creano modelli falsi e irraggiungibili che possono far sentire (le bambine, le adolescenti, le donne) inadatte al mondo, inaccettabili. Ci si è posti il problema di quali sono le gravi conseguenze a livello psico-sociale?

Inoltre, ci informano che i casi di anoressia aumentano anche tra i maschi  e, guardacaso, stanno sensibilmente cambiando anche i canoni estetici socioculturali per i maschi (in tv, più spesso che in passato, troviamo in evidenza bellissimi uomini, la gradevolezza estetica è diventata motivo di successo anche in professioni dove non dovrebbe contare nulla: ad es. conduttori telegiornali).

Il problema è certamente complesso, pieno di sfumature e casi particolari, ma non ho trovato citazioni circa riflessioni e allarmi sulle cause socio-culturali che potrebbero indurre bambine e giovani adolescenti all'insorgenza di problemi psicologici e disturbi alimentari. Non ho assistito al convegno sopracitato, per cui non so dire se questo argomento sia stato trattato. Eventuali segnalazioni sono molto gradite.

Nella diffusione delle notizie sembra che l'accento venga posto, invece, sulla richiesta del Sisdca di rivedere le procedure per attivare «il Trattamento sanitario obbligatorio nell'anoressia e nella bulimia nervosa». Ancora una volta viene fatta pressione sul come obbligare le persone a subire cure mediche che non accettano? E' giusto porre il problema in questi termini?

T.S.O. (Trattamento sanitario obbligatorio) = atto composito, di tipo medico e giuridico, che consente l'imposizione di determinati accertamenti e terapie a un soggetto affetto da malattia mentale [ istituito dalla legge 180/1978 e attualmente regolamentato dalla legge 833/1978 (articoli 33-35)]

0
 
 


Commenti

scrivi commento
Ritratto di federico
 #

Re: Anoressia e bulimia: allarme preoccupante

dagli psichiatri cosa ti aspetti?
la loro storia è imporre, imprigionare, narcotizzare
camicia di forza, legacci, psicofarmaci

 
 

 

 

 

Invia nuovo commento

Your first name. N.B. Se sei una persona lascia il codice intatto.

Opzionale - se vuoi ricevere le notifiche delle risposte inserisci un indirizzo email valido e seleziona le opzioni di ricezione che trovi sotto il commento. N.B. l'indirizzo email è sempre privato e non verrà mostrato pubblicamente.

CAPTCHA
Questa domanda serve per verificare che non sei uno spam-bot. Non c'è distinzione tra maiuscole e minuscole.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.

Segnala questa pagina

Vota questa pagina

0
 
 

Ultimi commenti

dagli psichiatri cosa ti aspetti? la loro storia è imporre, imprigionare, narcotizzare camicia di forza, legacci, psicofarmaci

federico (ospite)
>> leggi

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-5634326145375843"
data-ad-slot="3055815640">